MY FIRST IMPRESSION

Lunga pace e prosperità fanciulli!

Il 30 settembre Netflix ha deciso di portarci in dono il terzo capitolo della saga a tema Marvel, sui supereroi minori che abitano a New York. Dopo Daredevil e Jessica Jones, ecco che arriva anche Luke Cage, in tutta la sua furia di lawful good.

Per chi non conoscesse la storia, Carl Lucas è un ex agente di polizia ingiustamente accusato di omicidio che, durante la sua detenzione nel carcere di Seagate, viene scelto dal medico della prigione come cavia per i suoi esperimenti. Neanche a farlo apposta qualcosa va storto. Ma va?? Non l’avrei mai detto! Ergo Carl guadagna i suoi poteri, si sposa con la psicologa di Seagate (che morirà poco dopo) e va a vivere con lei ad Harlem, cambiando identità e cercando di mantenere un low profile. Inutile dire che non sarà esattamente low..

La serie si compone di 13 episodi. E’ carina, si beve bene, però non lascia il segno. Supponendo Daredevil pari a 10, Luke Cage totalizza un 6.5 . Nota sicuramente molto positiva è il bg, ben costruito all’interno della cultura nera di Harlem. Anche le musiche non sono male.

Da vedere, ma non fondamentale.

Bye

– Lady Scatter –

Advertisements